Associazione Mani per il Nepal

ASSOCIAZIONE Mani per il Nepal

Lo scopo

Far conoscere i bisogni del popolo nepalese nell’immediato dopo terremoto del 25 aprile 2015 e a medio lungo termine la ricostruzione mirata di opere di utilità pubblica, scuole, ospedali, acquedotti e infrastrutture varie.

Si raccoglieranno fondi da destinare ai progetti scelti dal Consiglio Direttivo o da reali bisogni constatati direttamente sul posto ed approvati dal Consiglio Direttivo.

Perchè una associazione

Tutto ebbe inizio il 25 aprile 2015, giorno dello spaventoso e devastante terremoto che colpì il Nepal.

12 giorni prima alcuni di noi erano laggiù per un trekking, felici come sempre durante le visite di quel bellissimo paese, con la famiglia dei fratelli Dawa e Phurba Sherpa e la TicinoTreks&Expeditions.

Da lì cambiò qualcosa dentro di noi.

La generosità dei ticinesi nei confronti dei terremotati fu da subito grandissima.

mani per il nepal moreno con striscioneUna sera un gruppo di amici si diede appuntamento alla Birreria di Bioggio per discutere riguardo la costituzione di un’associazione di aiuto.

Fondammo così ‘Mani per il Nepal‘, e dei 5 soci fondatori solo la segretaria Laura Gianinazzi – dopo un anno – lasciò per motivi di lavoro il posto a Lara Ambrosetti.

Lo zoccolo duro tiene tutt’ora, e sottolineo pure che per me è un gran piacere ed onore lavorare con un comitato così entusiasta di aiutare. Innanzitutto la praticità e l’immediatezza delle decisioni prese sugli investimenti da portare avanti sempre in pieno accordo e dettate dal buon senso.

Nel corso di un nostro viaggio Moreno ed io abbiamo ricevuto delle richieste di aiuto in forma ufficiale direttamente sul posto. Ad esempio: l’ospedale di Seduwa necessitava di 2 letti, 19 tende scure per le finestre e lo smontaggio/rimontaggio dei pannelli solari dal vecchio al nuovo edificio, per un totale di 890.- CHF, che abbiamo deciso di stanziare immediatamente dopo aver visitato la struttura.

Come sempre ad ogni viaggio, non è mancata la visita alla scuola di Gagalphedi ora in fase di rifinitura, dove stavolta abbiamo consegnato 300 spazzolini da denti donateci dall’Associazione Dentisti Ticinesi per mano del suo Presidente Giancarlo Bernasconi. Non manca mai una visita anche all’orfanotrofio Yamuna Children’s Home, che non sosteniamo direttamente tramite l’associazione, ma che aiutiamo nel collocamento dei padrinati a persone residenti in Ticino, garantendo la serietà dell’istituto. Siamo molto felici di poter comunicare a Dawa che il bambino da lui segnalatoci, il piccolo Abishek Chaulagai, ha già trovato un padrinato.Comitato mani per il nepal

Vorrei precisare inoltre che nessuno del comitato gode di un rimborso spese: volo intercontinentale, voli interni, albergo e vitto sono tutti a carico dei singoli. Moreno ed io questa volta siamo stati doppiamente ripagati dalle emozioni e dalla gratitudine ricevute per gli aiuti portati avanti concretamente.

Da ultimo concludo informandovi che Mani per il Nepal, dalla sua fondazione, ha sostenuto progetti per circa CHF 270’000.- e sta facendo costruire altre 206 stufe che verranno poi consegnate a breve per un costo totale di ulteriori CHF 53’600.-.

A nome del comitato in corpore, ringrazio di cuore tutti i nostri sostenitori e la famiglia di Dawa e Phurba Sherpa che in Nepal controlla per noi i progetti.


Per contattarci, compila il modulo:


Desidero diventare socioDesidero informazioni

Digita i caratteri che vedi nel riquadro qui sotto
captcha